sos popillia

sos popillia

Oggi – lunedì 25 marzo – è stato lanciato ufficialmente il progetto europeo «SOS Popillia», di cui l’Accademia di Agricoltura di Torino è organizzazione capofila.

Si tratta di un progetto Erasmus+ su piccola scala Italia-Francia per prevenire e combattere lo scarabeo giapponese che sta devastando prati e frutteti – una grave piaga dell’agricoltura, del territorio e del paesaggio e un’emergenza per la salute delle piante in Europa.

È un progetto di divulgazione, che mira a condividere le buone pratiche europee nella gestione e nella difesa dall’insetto Popillia Japonica, per sviluppare conoscenze e atteggiamenti preventivi e per massimizzare la consapevolezza e l’impegno collettivo nei confronti di un parassita molto pericoloso per l’agricoltura e l’ambiente. In termini più generali, il progetto mira ad aumentare la consapevolezza sulle questioni legate all’ambiente e al cambiamento climatico e a promuovere un impegno attivo verso lo sviluppo sostenibile.

L’incontro di kickoff si è tenuto nel torinese, a Lombriasco, presso la sede della “Scuola Agraria Salesiana”, che è uno dei partner del progetto insieme all’Accademia (Italia) e al “Lycée Agricole Costa de Beauregard” della “Fondation du Bocage” (Francia).

L’«SOS Popillia» verrà lanciato con campagne di sensibilizzazione in Italia e Francia.

Un percorso formativo per docenti di Agraria sarà il mezzo per moltiplicare la formazione “Popillia Japonica: conoscere il pericolo per evitarlo” nel mondo scolastico, fra insegnanti e studenti. Parallelamente, un’intensa attività di informazione “Popillia Japonica: il coleottero killer che ama fare l’autostop” sarà svolta attraverso una serie di eventi destinati a stakeholder dell’agricoltura.

Condividi su: